Calze colorate di Pasta frolla

Avvistamento befana … stanotte nel cuore della notte, alle spalle un cielo blu, terso e scuro, eccola, l’ho veduta a fotografata per voi.



È davvero incredibile…seppur di bimbi piccini non ce ne sono in casa …basta saper guardare il mondo con lo stupore e la meraviglia propri di quando si era piccoli per godere anche da adulti del giorno della Befana.

Basta crederci!... ecco, sul basta crederci e sulla fatica che comporta vi racconto un anneddoto.

La mia dolcissima cuginetta di 9 anni ha avuta la traumatica notizia dalla sua, a mio parere perfida ed arrogante insegnante, che bè Babbo Natale non esiste  “Bimbi sono i vostri genitori a comperarvi i regali  e non Babbo Natale!”
Al di là della rabbia e del senso diffuso di prevaricazione che ciascun genitore credo abbia provato di fronte a ciò, ancor più forte immagino sia la delusione di tutti i piccoli bimbi.
Ritorniamo alla mia cuginetta, lei ,seppur effettivamente grande di aspetto, ha per fortuna ancora gli occhi di bimba smaliziati, lontani dalla cosiddetta nuova montata pulsionale prepubere.
Inesorabile arriva la domanda: “Mamma ma è vero quel che ha detto la maestra?” e la mamma messa alle strette, presa tra capo e collo, in tutta risposta le ha sapientemente spiegato che Babbo Natale e la Befana arrivano nelle case solo dei bimbi, infatti non portano  i regali a mamma e papà, e questa evidente verità ha le sue ragioni nel fatto che i grandi ormai non ci credono più, i bimbi invece sanno credere anche in ciò che non vedono. …. La conclusione del sillogismo della mamma messa alle stretta dalla curiosità della figlia è: “Se tu piccola mia non ci credi più bè…allora quest’anno vuol dire che davvero non arriverà niente.”
La bimba che prima era solo in dubbio..adesso è seriamente preoccupata. Lo sviluppo cognitivo ed intellettivo raggiunto la obbligano a farsi domande…ma se vuole avere i giochi tanto desiderati la mamma le sta chiedendo di metter da parte tutto e credere ciecamente. Bell’ingippo….superato il quale bè…ahimè, ci si avvia verso l’età adulta.
La bimbetta in questione una sera mi si avvicina con aria mesta e triste e mi racconta tutta la faccenda, serbandosi per la conclusione una domanda tutta indirizzata a me: “Ire ma io voglio credere ma come faccio? Ti prego mi aiuti a credere?”
Bella richiesta piccola mia!.... come se la sapiente considerazione basta crederci fosse operazione semplice…



 Questa bella calzetta colorato è un omaggio alla Befana.

La Befana nella mia famiglia ha sempre ricoperto un ruolo di gran lunga più privilegiato ed importante di Babbo Natale. Non so bene il perhcè, quando ero piccola non mi facevo tante domande. (ritorna il discorso di cui prima!).
Basti pensare che i dono tanto attesi e desiderati, richiesti tramite la famosa letterina, pratica natalizia che tutti i bimbi sono inviatati a disbrigare cosìcchè le loro mamma possano fare da intermediari tra i loro desideri e l’invio magico dei doni, …bè a casa mia si spediva alla Befana e non già a Babbo Natale. Mentre tutti gli amichetti di classe mia ricevevano i regali da Babbo Natale noi, io e mio fratello, aspettavamo con ansia la Befana e alla gioia immensa di trovare a bordo letto o sotto l’albero i doni richiesti e la calza piena di ogni leccornia colorata, seguiva il ricordo che l’indomani si sarebbe dovuti ritornare a scuola, accidenti!!! Ed ecco subito la lamentela in coro dei due fratelli “ma mamma..ma non ci possiamo giocare proprio? In classe a tutti arriva Babbo Natale e hanno tutte le feste per giocare!” E allora niente cibo, niente letto, si trascorreva tutta la giornata a giocare e se solo qualcuno rischiava di interrompere la corsa all’uso del nuovo gioco...bè rieccoti la lamentela!



Anche da adulta mi va di omaggiare la Befana e ricordare a grandi e piccini che credere è faticoso ma è una pratica che riempie di soddisfazioni. Le declinazioni di questo verbo possono davvero essere tante … credere nella Befana , credere nel proprio Dio, CREDERE IN SE STESSI E IN CHI SI AMA!



Ma dopo tanto divagare veniamo alla ricetta di questa calzetta alla nutella:



La pasta frolla l'ho fatta senza uova (non ne avevo).
Ha un gusto più fine di quella con le uova, ma contiene più burro.
La ricetta l'ho presa da QUA
L'idea delle calze invece l'ho presa dalla Cucina di Federica

Ingredienti:
  • 120g di farina
  • 120g di fecola
  • 130g di burro
  • 100g di zucchero
Difficolatà: media
                                                         
Tempo di preparazione: 20 minuti+1ora di riposo+35 minuti di cottura

Procedimento:
In una ciotola lavoriamo il burro con lo zucchero fino a ottenere una crema.
Mescoliamo e setacciamo farina e fecola, le disponiamo a fontana, e nel pozzetto centrale mettiamo la crema di burro e impastiamo.
Avvolggiamo la pasta nella pellicola trasparente e la lasciamo riposare in frigorifero per un'ora.
Prendiamo un foglio di carta e disegnamo la forma di una calza. Useremo questo come stampo.
Stendiamo la sfoglia con il matterello, adagiamo la nostra formina e tagliamo.
Mettiamo al centro di ogni calza nutella o marmellata e adagiamo un'altra calza sopra. Con l'aiuto di un pò d'acqua chiudiamo bene i bordi. Sopra ogni calza ripiena possiamo anche adagiarci, sempre con l'aiuto dell'acqua un altro biscottino a forma di cuore o stella.
Inforniamo in forno a 200 °C per 35 minuti.
Una volta sfornate io ho spennellate le calzette con della marmellata e decorato come da foto.

12 commenti:

terry ha detto...

Son così carini questi biscottini, mettono allegria proprio!
brava brava!

Federica ha detto...

ciao carissima!! bella questa variante di frolla, la segno!

golose golose!!!

un abbraccio!

FairySkull ha detto...

che belle !!! ciao !

Imma ha detto...

Mi piace l'idea di usare una psta frolla senza uova. Solo una domanda: tende a sbriciolarsi o rimane compatta? GRazie!!

marifra79 ha detto...

BUONA EPIFANIA!!!A casa mia è sempre stato il contrario, ossia più considerato Babbo Natale...
La frolla senza uova è fantastica, proverò sicuramente!
UN ABBRACCIO

Irene ha detto...

Grazie a tutte per la visita e per i complimenti...sempre cosa gradita :-)

Cara Imma per quanto riguarda la pasta frolla io l'ho conservata in frigo l'intera notte e questo CREDO ha contribuito a compattarla. Non ho reputato questo però un utile suggerimento (infatti non l'ho scritto nel procedimento) perchè stamane l'impasto era durissimo ed ho dovuto ri-lavorarlo a piccoli pezzi per renderlo morbido e stendibile al mattarello. Cmq la pasta è friabilissima, molto simile ai biscotti danesi, ma come vedi dalle foto non al punto da sbriciolarsi. Io ho tranquillamento fatto le formine senza che sbriciolasse qua e là...ora però mi viene un atroce dubbio: e se il segreto fosse proprio tenerla più tempo al fresco? Non so se è perchè è stata tanto tempo in frigo...oppure se è proprio l'impasto che ha una buona resa. Non so...CMQ se segui il mio procedimento il risultato sarà buono.

pinar ha detto...

anche i miei figli stamattina nella calza hanno trovato questi deliziosi pasticcini!

fantasie ha detto...

Questa sera mi sto sentendo in colpa perché io non ho fatto trovare niente ai miei figli e la giornata è passata allegramente insieme, ma senza dare peso alla festa...

Francesca ha detto...

Mi prendo nota della frolla e che bella idea, fare le calzette!!! Buona Befana!!!!
Franci

Claudia ha detto...

Ma come... davvero non è babbo natale che ci porta i regali??!!??? Ahahahahaah.. sapessi quando dissero a me che babbo natale non esisteva.. i pianti che mi son fatta!Mi sentii prsea in giro dai mei genitori... :-(.. che ricordi!! ahahahaha.. Bellissima la tua calzetta/biscotto.. Bacioni

iana ha detto...

un'idea adorabile, peccato averla scoperta tardi! ;)

vincent ha detto...

Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
farsi conoscere.

Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
nella barra in alto.

Ti inviamo i nostri migliori saluti

Vincent
Petitchef.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...